Cibi e natura

L’acido fulvico, tutte le proprietà e quel che non sapevi

acido fulvico

L’acido fulvico è una delle due classi di composti organici acidi e umidi che si trovano nei terreni della terra, nei sedimenti rocciosi e nei corpi idrici. Negli ultimi decenni, abbiamo imparato molto di più su come le sostanze umide presenti nello sporco, compreso l’acido fulvico, possano effettivamente migliorare la salute dell’intestino umano e quindi le funzioni immunitarie.  L’acido fulvico si trova in natura, viene prodotto quando la materia organica si decompone e vengono rilasciati milioni di batteri benefici. E’ in grado di migliorare il modo in cui le nostre cellule assorbono cose, come antiossidanti ed elettroliti, ed è diventato popolare per rallentare il processo di invecchiamento, migliorare la salute dell’apparato digerente e proteggere le funzioni cerebrali. Grazie alla sua unica struttura chimica, è in grado di combattere i danni dei radicali liberi che contribuiscono al processo di invecchiamento e quasi tutte le malattie croniche.

Benefici e usi dell’acido fulvico

Migliora la salute dell’intestino e la funzione immunitaria

L’acido fulvico, così come altri acidi umidi, contiene una quantità di sostanze nutritive che migliorano la salute dell’intestino, tra cui: oligoelementi, elettroliti, acidi grassi, silice (che stimola la sintesi del collagene), prebiotici e probiotici. Questi aiutano a nutrire il tubo digerente e aumentano anche la capacità dei “batteri buoni” di ripopolare e formare un sano ambiente ” microbiotico “. Per centinaia di anni, un antico rimedio noto come shilajit, è stato usato nella medicina tradizionale ayurvedica per trattare problemi di natura  digestiva e immunitaria. Esistono alcune prove che il consumo di acido fulvico può aiutare a ridurre i disturbi digestivi e altri problemi, tra cui: sintomi SIBO (proliferazione batterica dell’intestino tenue), disturbi infiammatori intestinali, infezioni batteriche (vie respiratorie, vie urinarie, ecc.), Influenza e raffreddori comuni.

Aiuta a stimolare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti

L’acquisizione di elettroliti e altri oligoelementi è importante per il corretto funzionamento del metabolismo, della salute dell’apparato digerente e l’assimilazione dei nutrienti. Gli organismi che otteniamo dall’acido fulvico possono essere assunti in piccole dosi e causano comunque rapidi e significativi miglioramenti nel rapporto dei batteri che vivono nell’intestino, aiutando a ridurre molti sintomi digestivi indesiderati come stitichezza, gonfiore, diarrea e sensibilità alimentare. Oltre a fornire nutrienti, l’acido fulvico trasporta anche i minerali alle cellule in modo più efficace, aumenta il tasso di assorbimento dei nutrienti rendendo le cellule più permeabili e combatte l’infiammazione all’interno degli organi digestivi. Un altro vantaggio derivante dall’assunzione di acido fulvico, come integratore, è che aiuta a ripristinare il livello di pH ottimale del corpo, previene la formazione di un ambiente eccessivamente acido. Gli acidi umici infatti potrebbero essere in grado di aiutare a prevenire le malattie a lungo termine sviluppando e migliorando la difesa da batteri nocivi, funghi, lieviti e altri organismi.

Protegge la salute cognitiva

Uno studio del 2011 pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease ha rilevato che l’acido fulvico ha diverse proprietà antiossidanti e nutraceutiche (neologismo coniato dal dottor De Felice nel 1989 unendo i termini nutrizione e farmaceutica)  con un’attività potenziale per proteggere i disturbi cognitivi, compreso il morbo di Alzheimer. Un fattore che contribuisce allo sviluppo dei disturbi cognitivi è il danno che apportano i radicali liberi e, anche, una proteina chiamata tau.  Gli studi dimostrano che l’acido fulvico ferma la progressione della malattia. I ricercatori hanno concluso che l’acido fulvico è in grado di fornire potenziali trattamenti naturali per il morbo di Alzheimer.

Migliora la disintossicazione

Gli acidi umidi sono benefici per la digestione e migliorano l’energia grazie alle loro capacità disintossicanti. Sono in grado di legare e scindere tossine e metalli che entrano nel corpo attraverso il cibo, l’acqua, farmaci, prodotti per la casa e inquinamento atmosferico. L’acido fulvico si trova non solo nel terreno e nella roccia, ma anche nei corsi d’acqua, nei laghi e nelle acque oceaniche. Gli acidi hanno la capacità di agire come chelanti naturali, il che significa che formano complessi chimici che sono importanti per regolare la biodisponibilità di ioni metallici come ferro, calcio, magnesio e rame all’interno del corpo umano e dell’ambiente. Gli studi hanno scoperto che gli acidi umidi hanno elettrodi ionoselettivi che possono essere utilizzati per attrarre metalli pesanti, anche per filtrare i terreni e l’acqua perché aiutano a legare elementi come rame e ferro. La ricerca mostra che sono persino efficaci nell’elaborazione geochimica dei terreni e degli ambienti acquatici a concentrazioni molto inferiori rispetto ad altri tipi di prodotti chimici.

Riduce i danni da radicali liberi e l’infiammazione

Dentro il corpo umano sono presenti radicali liberi, che hanno il compito di fornire energia e regolare gli ormoni, ma troppi radicali liberi accelerano il processo di invecchiamento e provocano la formazione di malattie. Inoltre anche attività nocive come il fumo, l’esposizione alla luce UV e il consumo di cibi trasformati, aumenta i danni dei radicali liberi. L’acido fulvico contiene antiossidanti che contrastano questi effetti e aiutano anche a disintossicare il corpo da molte tossine che contribuiscono al problema: sostanze chimiche utilizzate in agricoltura, scorie radioattive e metalli pesanti, per esempio. Aiuta anche a estendere la permeabilità e la vita delle cellule fornendo elettroliti che hanno numerose funzioni per cuore, muscoli, cervello e tubo digerente.

Migliora i livelli di energia e riduce il dolore

Molte persone che assumono acido fulvico hanno riportato miglioramenti nei livelli di energia, probabilmente perché il consumo di acido fulvico contribuisce alla disintossicazione. Secondo una ricerca condotta da Medici Across Borders, gli studi hanno scoperto che come elettroliti naturali e organici, gli acidi umidi attivano e danno energia a quasi tutti i processi biologici del corpo. Un elettrolita è solubile in acqua e agisce conducendo correnti elettriche, aiutando le cellule a sopravvivere di fronte a danni causati da stress emotivo, infezioni incontrollate, dieta squilibrata, perdita prolungata del sonno e shock chirurgici. Questo rende anche l’acido fulvico utile per ridurre il dolore cronico dei nervi, mal di testa, dolori articolari causati dall’artrite, o dolori ossei e muscolari associati all’invecchiamento. Ci sono alcune prove che gli elettroliti dell’acido fulvico possono aiutare a ridurre il gonfiore, diminuire l’infiammazione, lenire e rilassare i muscoli e migliorare la circolazione. Viceversa, uno squilibrio elettrolitico può causare il peggioramento di questi sintomi.

Ripara e protegge la pelle

Alcune prove suggeriscono che gli acidi umidi possono aiutare a proteggere la pelle e curare ferite o irritazioni causate da eczema, punture di insetti, graffi ed eruzioni cutanee associate a funghi/microbi. Uno studio pubblicato nel Journal of Clinical, Cosmetic and Investigative Dermatology ha rilevato che l’integrazione con acido fulvico migliora significativamente i sintomi associati all’eczema, anche rispetto ad altri trattamenti. Storicamente, l’acido fulvico è stato usato come rimedio  per curare problemi derivanti dall’edera velenosa, dalla quercia velenosa, dalle infezioni virali, dai morsi di ragno e il piede d’atleta. Anche se questo beneficio si basa più su prove aneddotiche che su studi clinici, ha senso considerare che l’acido fulvico migliora la circolazione e l’immunità, riducendo al contempo il dolore e la ipersensibilità alle infezioni.

Come funziona l’acido fulvico

Come integratore per il consumo umano, l’acido fulvico può essere trovato in forma liquida e anche come sostanza minerale solida. La peculiarità dell’acido fulvico, rispetto ad altri organismi che si trovano nel suolo, è che è in grado di passare facilmente attraverso le membrane cellulari, permettendo che venga assorbito correttamente e aumentando anche l’assimilazione di altri nutrienti o integratori. La sua struttura è composta da polimeri organici aromatici con molti gruppi carbossilici che rilasciano ioni di idrogeno, risultando una carica elettrica che aiuta ad attirare i radicali liberi, i metalli pesanti e altre tossine nel corpo. Una volta che diventa reattivo con i metalli, l’acido fulvico li aiuta a diventare  solubili in acqua, il che significa che vengono portati fuori dal corpo più facilmente. Inoltre, aiuta a rallentare l’invecchiamento e a controllare l’infiammazione. È stato dimostrato che migliora vari processi cellulari, funzioni muscolari, capacità digestive, salute del cuore e del cervello. Stimola anche il sistema immunitario per aiutare a difendere il corpo da cose come virus e infezioni.

Acido fulvico e acido folico: sono simili?

L’acido folico e l’acido fulvico potrebbero sembrare simili, ma in realtà sono molto diversi. Il folato e l’acido folico sono forme di una vitamina B idrosolubile, motivo per cui a volte vengono chiamate vitamina B9. Il folato si trova naturalmente negli alimenti a base di folati (specialmente verdure, cereali integrali e fagioli), ma l’acido folico è la forma sintetica di questa vitamina che viene aggiunta ad alcuni alimenti e integratori. La maggior parte delle persone suppone che il folato e l’acido folico siano la stessa cosa con benefici simili, ma in realtà l’acido folico non è naturale come il folato e di solito non è in grado di produrre gli stessi effetti. Tuttavia, si stima che circa il 35% degli adulti e il 28% di tutti i bambini utilizzino integratori contenenti acido folico. Mentre il folato è facilmente e naturalmente assorbito e utilizzato nell’intestino tenue, l’acido folico richiede la presenza di un enzima specifico denominato diidrofolato reduttasi (enzima che catalizza la conversione di diidrofolato al tetraidrofolato attivo)  che è relativamente raro nel corpo. Per questo motivo, l’acido folico può rimanere nel sangue e causare effetti collaterali, tra cui cambiamenti negli ormoni sessuali, problemi cognitivi come difficoltà di concentrazione, incapacità di dormire, cambiamenti di umore e carenze in alcuni nutrienti come la carenza di vitamina B12. Invece di assumere integratori di acido folico, è meglio prevenire la carenza di folati mangiando cibi come verdure a foglia verde, come spinaci, cavoletti di Bruxelles, fegato di manzo, broccoli, piselli e fagioli.

Dosaggio di acido fulvico

Ecco diversi modi in cui è possibile utilizzare l’acido fulvico come supplemento

L’acido fulvico è più biodisponibile se assunto in forma liquida, rispetto a quello solido, che deve essere scomposto dal sistema digestivo  prima che i nutrienti possano essere utilizzati dalle cellule. E’ utile leggere attentamente le indicazioni di dosaggio poiché l’uso eccessivo può alterare i livelli di minerali in un modo potenzialmente pericoloso.  L’uso consigliato è di circa 12 gocce alla volta, il loro sapore non è accattivante, per cui si sceglie di mescolare l’acido fulvico in succo o in un frullato, ecc.. Si consiglia di utilizzare acido fulvico con acqua filtrata (non di rubinetto).

Colture biologiche

Anche nei prodotti biologici troviamo l’acido fulvico, poiché è usato per ricostituire naturalmente i minerali e altri nutrienti all’interno del suolo, è anche usato nei fertilizzanti naturali per la coltivazione di colture biologiche. L’acquisto di alimenti biologici aumenta l’assunzione di nutrienti in diversi modi, perché spesso i moderni metodi di coltivazione utilizzando pesticidi, erbicidi e fungicidi non consentono  l’arricchimento del suolo, inibendo i ceppi microbici naturali di cui abbiamo bisogno. Per quanto riguarda il dosaggio e quando assumere l’acido fulvico, questo dipende da due cose: se si assumono farmaci e quando si mangia. È buona norma assumere l’acido fulvico durante i pasti, poiché contrasta e disintossica i contaminanti – come i pesticidi, i prodotti chimici, ecc., che si trovano in alimenti non biologici.

Perché abbiamo bisogno di un’esposizione agli organismi del suolo

L’uso continuo di antibiotici, pesticidi alimentari, disinfettanti per le mani e detergenti, insieme a un eccessivo consumo di antibatterici, potrebbe sembrare una buona cosa – ma in realtà, siamo destinati a entrare in contatto con molti organismi. Tutto ciò non fa altro che aumentare il rischio ad infezioni e ad altre malattie, poiché la maggior parte degli adulti e dei bambini oggi entra in contatto con meno sporcizia, rispetto alle generazioni passate, il che significa che il nostro sistema immunitario non ha la possibilità di familiarizzare con  organismi diversi e quindi non sviluppa anticorpi. Poiché il nostro sistema immunitario è in gran parte costituito da batteri sani che vivono nell’intestino e prosperano con varie sostanze nutritive, il nostro stile di vita eccessivamente pulito e altamente elaborato rende più difficile l’assorbimento dei nutrienti e aumenta il rischio di molti problemi di salute e carenze associate alla scarsa salute intestinale. La ricerca ha dimostrato che l’esposizione a più organismi naturali presenti nel terreno, come l’acido fulvico, ha benefici per:

  • Digestione
  • Aumento dell’assorbimento dei nutrienti
  • salute intestinale
  • Immunità
  • funzionamento cognitivo
  • miglioramento dei livelli di energia
  • protezione da infezioni, virus, lieviti e funghi
  • aumento della salute della pelle

Effetti collaterali dell’acido fulvico

Non sono state fatte molte ricerche, ma pare che l’acido fulvico è sicuro per la maggior parte delle persone. Presenta pochi effetti collaterali perché non è possibile un sovradosaggio, considerando che è completamente naturale, si trova in tutto il terreno e si elimina facilmente dal corpo una volta consumato. Gli effetti collaterali che, invece, sembrano verificarsi, avvengono quando si assumono elevate quantità di acido fulvico in forma pura. È meglio iniziare lentamente e aumentare il dosaggio lentamente per assicurarsi che non si verifichino effetti collaterali. Diluire l’acido fulvico è più sicuro che assumerlo da solo in quantità elevate. Ovvio che persone con problemi immunitari come, la sclerosi multipla o l’artrite reumatoide, oppure donne in gravidanza o allattamento, devono attentamente monitore l’assunzione dell’acido fulvico.

In sintesi

L’acido fulvico è considerato il miglior integratore di nutrienti che migliora la salute dell’intestino e la funzione immunitaria, aiuta a migliorare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti, protegge la salute cognitiva, migliora la disintossicazione, riduce i danni e l’infiammazione dei radicali liberi, migliora i livelli di energia e riduce il dolore e ripara e protegge la pelle. È possibile integrare  acido fulvico in diverse forme: acido liquido, solido e colture biologiche. Gli effetti collaterali che sono noti sembrano verificarsi quando le persone assumono elevate quantità di acido fulvico in forma pura.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.