Cibi e natura

7 benefici del mirtillo

mirtilli

Storicamente, il frutto del mirtillo veniva usato in Europa per trattare la diarrea, lo scorbuto e altre malattie. Oggi il frutto è usato come rimedio tradizionale per la diarrea, problemi agli occhi, vene varicose, cattiva circolazione e persino nella prevenzione del cancro.

La foglia del mirtillo, oltre al frutto, viene utilizzata per altre condizioni, tra cui il diabete. Il frutto può essere mangiato o trasformato in estratti.

Ciò che rende questa bacca così preziosa è il fatto che contenga sostanze chimiche note come antocianosidi. Gli antocianosidi sono pigmenti vegetali che hanno potenti proprietà antiossidanti. Questi antiossidanti purificano il corpo dai radicali liberi.

È stato dimostrato, poi, come il mirtillo abbia anche altri benefici, come la riduzione del rischio di malattie cardiache, ictus, cancro e degenerazione maculare. Inoltre, contiene anche la vitamina C, portando un altro efficiente effetto di potenziamento immunitario.

La scienza del mirtillo

La pianta di mirtillo, un arbusto a crescita bassa con fiori rossi, blu e viola, è originaria del Nord Europa.

È una delle più ricche fonti naturali di antociani. Gli antociani sono componenti polifenolici che conferiscono al frutto il suo tipico colore e un altissimo contenuto di antiossidanti.

Sono propri questi i responsabili dei benefici della bacca. Il mirtillo è famoso soprattutto per la sua capacità di migliorare la vista, ma riduce anche la glicemia, ha effetti antiinfiammatori e ipolipemizzanti, promuove la difesa antiossidante e riduce lo stress ossidativo. Per questo motivo è molto richiesto nella prevenzione e nel trattamento del diabete, dell’infiammazione, della dislipidemia, dell’iperglicemia, dell’aumento dello stress ossidativo, delle  malattie cardiovascolari, del cancro e della demenza, così come in molte malattie legate all’età.

Il mirtillo contiene numerosi composti fenolici, tra cui flavonoli, quercetine e catechine, tannini, ellagitannini e acidi fenolici; questi composti sono antiossidanti e chelanti del ferro e possono aiutare a rimuovere i metalli pesanti dal corpo.

Inoltre, studi hanno dimostrato che gli effetti possono estendersi e coinvolgere le vie di segnalazione cellulare, l’espressione genica, la riparazione del DNA e l’adesione cellulare, così come gli effetti antitumorali e antimicrobici.

I 7 benefici dei mirtilli

1. Vista migliorata

Grazie agli antocianosidi, il mirtillo viene utilizzato per migliorare la visione notturna o i problemi della vista in condizioni di scarsa illuminazione, diminuendo la permeabilità vascolare e la fragilità dei capillari.

È stato utilizzato, inoltre, per il trattamento della retinopatia e ha anche mostrato effetti benefici per la degenerazione maculare, il glaucoma e la cataratta.

2. Aiuta ad eliminare i problemi di circolazione

In Europa, gli operatori sanitari utilizzano estratti di mirtillo per trattare problemi circolatori, come l’insufficienza venosa cronica. La ricerca suggerisce che i disagi di questa malattia, che si verifica quando le valvole nelle vene delle gambe che portano il sangue al cuore sono danneggiate, possono essere migliorati dall’azione della bacca.

3. Combatte il colesterolo

Gli antocianosidi  possono rafforzare i vasi sanguigni e prevenire l’ossidazione del colesterolo LDL, un importante fattore di rischio per l’aterosclerosi, che può portare a infarto e ictus.

4. Può controllare il livello di zucchero nel sangue

Tradizionalmente, le foglie di mirtillo sono state utilizzate per controllare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. La ricerca mostra che la maggior parte delle bacche aiuta a ridurre la risposta del glucosio  dopo aver assunto un pasto ad alto contenuto di zucchero.

5. Aiuta a prevenire il cancro

Secondo alcune ricerche, gli antociani hanno qualità preventive e soppressive per il cancro, grazie all’azione degli antiossidanti; le bacche hanno anche un effetto antinfiammatorio. È stato dimostrato che un estratto commerciale ricco di antocianine di mirtillo inibisce la crescita delle cellule del cancro del colon.

6. Efficace per il trattamento della diarrea

Il mirtillo è stato anche usato per trattare la diarrea per molti anni. Il frutto contiene tannini, sostanze che agiscono come un antinfiammatorio e aiutano a stringere i tessuti, riducendo anche l’infiammazione intestinale

7. Riduce il rischio di Alzheimer

I succhi di frutta e le verdure che contengono vari composti fenolici possono ridurre il rischio della malattia di Alzheimer. In alcuni casi, i sintomi del morbo di Alzheimer vengono significativamente diminuiti dopo trattamenti con estratti di miricetina, quercetina o antociani che si trovano nel frutto.

Informazioni sul mirtillo

Di solito, il mirtillo cresce nelle brughiere, nei prati e nelle foreste di conifere, crescendo meglio all’ombra e con condizioni di terreno moderatamente umide.

È un piccolo frutto, che arriva a circa 5-9 millimetri di diametro, di colore nero-bluastro e contiene molti semi.La pianta è un arbusto sempreverde che cresce fino a circa 40 cm di altezza e ha rami taglienti, verdi e bacche rugose nere che sono mature per la raccolta a fine estate.

Il mirtillo ha un contenuto di antocianina, più elevato rispetto ad altri tipi di bacche, come fragola, sambuco, visciola e lampone, che lo rendono un vero e proprio superalimento.

Possibili interazioni e precauzioni

Il frutto e l’estratto di mirtillo sono considerati generalmente sicuri, ma è importante essere consapevoli dei possibili effetti collaterali. Poiché gli antocianosidi nel mirtillo possono impedire la coagulazione del sangue, potrebbe esserci un aumento del rischio di sanguinamento se si prende il mirtillo con farmaci che fluidificano il sangue, come ad esempio l’aspirina.

Il frutto in sé potrebbe essere più sicuro delle forme concentrate e trattate. Chiedi al tuo medico prima di prendere il mirtillo, soprattutto se prendi farmaci per fluidificare il sangue, se sei diabetico, se sei in gravidanza o se allatti al seno. Gli effetti a lungo termine non sono stati ancora studiati a fondo, quindi non è esclusa una possibile intossicazione.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.

Ti piacciono i rimedi naturali?

Inserisci la tua mail per avere importanti informazioni sulla salute psico-fisica e i rimedi naturali. Non inviamo pubblicità!

Complimenti! Invio effettuato.