Cibi e natura

Calendula, un rimedio antico per problemi moderni

calendula fiore

Si tratta di una pianta della famiglia delle Asteraceae, il nome deriva dal latino Calendae. La specie più conosciuta è la Calendula Officinalis. È una pianta che è stata usata per secoli per scopi ornamentali, ma anche per motivi culinari, cosmetici e medicinali. La calendula può essere assunta per via orale, ma anche applicata localmente.

Questo fiore viene utilizzato in molti prodotti per:

  • la cura della pelle,
  • per i crampi,
  • per le infiammazioni,
  • utilizzato in quasi 200 diverse lozioni, shampoo e altri prodotti.

È un potente antiossidante ed è tra le erbe antivirali più forti.

Benefici per la salute

1. Possiede capacità anti-infiammatorie

La calendula è ricca di flavonoidi, ha quindi notevoli proprietà anti-infiammatorie grazie a questi potenti antiossidanti a base vegetale che proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi. Anche l’acido linoleico si trova in alte concentrazioni nella calendula. Le sue potenti proprietà antinfiammatorie lo rendono un potente rimedio per tutti i tipi di problemi infiammatori, come:

  • dermatite da pannolino,
  • infezioni alle orecchie,
  • ulcere,
  • mal di gola e altro ancora.

Le gocce auricolari contenenti calendula sono talvolta utilizzate per trattare le infezioni dell’orecchio anche nei bambini.

2. Calma gli spasmi muscolari

La calendula può aiutare a prevenire e rilassare gli spasmi muscolari. I dati di uno studio condotto dal Dipartimento di Scienze Biologiche e Biomediche presso il Medical College in Aga Khan University in Pakistan hanno dimostrato che l’estratto grezzo dei suoi fiori rilassa le contrazioni muscolari involontarie. Questa ricerca ha inoltre fornito una base scientifica per l’uso tradizionale di questa erba nei crampi addominali e nella costipazione.

3. Cura ulcere, ferite ed emorroidi

In studi condotti per ferite a lenta guarigione e varie ulcere esposte, è stato riscontrato che l’uso di gel e unguenti a base di calendula hanno contribuito ad accelerare il tasso di guarigione. La calendula viene anche utilizzata per migliorare la compattezza e l’idratazione della pelle. Ancora più impressionante, aiuta ad aumentare il flusso di sangue e l’ossigeno alle ferite ed alle aree infette, il che aiuta il corpo a far crescere nuovi tessuti e a guarire più rapidamente. Per questo motivo, può anche essere efficace per combattere le emorroidi.

4. Aiuta le mestruazioni

Bere il tè di calendula può aiutare a indurre il ciclo mestruale, oltre a facilitare gli effetti collaterali dolorosi delle mestruazioni. La grande presenza di flavonoidi aiuta a rilassare i muscoli. Può anche alleviare le vampate di calore.

5. Contiene componenti antimicrobici e antivirali

Gli acidi contenuti negli oli di questa pianta hanno potenti effetti antimicrobici e antivirali, specialmente quando sono fortificati con olio di girasole. È stato dimostrato che gli oli e gli acidi all’interno della pianta agiscono contro gli agenti patogeni, e persino contro i ceppi batterici resistenti agli antibiotici, motivo per il quale sono usati oggi nei prodotti topici antisettici.

6. Migliora la salute orale

La calendula è usata come additivo nei dentifrici e nei colluttori, a causa delle sue potenti proprietà antibatteriche e antimicrobiche. Aiuta a ridurre l’infiammazione delle gengive e combatte contro gengiviti, carie, placca e altro. Usata anche per combattere i batteri della bocca per un sano ambiente orale.

7. Scoraggia il cancro

Per le sue proprietà anti-infiammatorie, la calendula può aiutare a combattere le irritazioni che derivano da trattamenti contro il cancro come la chemioterapia e le radiazioni. Studi su animali hanno anche dimostrato che non solo combatte l’attività cancerogena all’interno dei tumori, ma attiva anche i linfociti, che combattono contro invasori patogeni e agenti infettivi. Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Oncology, la calendula sembra più efficace degli agenti topici normalmente consigliati per ridurre e prevenire l’incidenza di dermatiti causate dalle radiazioni utilizzate per il trattamento del cancro al seno.

Come coltivare e utilizzare Calendula

La calendula cresce facilmente ovunque sia piantata, anche in vaso. Nei climi più caldi, fiorisce ogni mese. Più si raccolgono fiori, più ne produce. Nominata Herb of the Year nel 2008 dall’International Herb Association, la calendula è usata per colorare e aromatizzare burri e brodi, ha un sapore legnoso, terroso, amaro e leggermente dolce. I suoi fiori freschi si possono usare come infuso di tè.

Per usi culinari, cosmetici e medicinali, in genere si dovrebbe usare calendula essiccata. Il fiore, una volta essiccato, può essere utilizzato nelle ricette come qualsiasi altra erba secca. È spesso usato come sostituto dello zafferano. Questa erba può essere acquistata come integratore alimentare, tintura, estratto liquido, tè, infuso, unguento o crema.

I prodotti topici, tra cui shampoo e lozioni, di solito utilizzano l’estratto di calendula, che può essere ottenuto estraendo gli oli dai fiori essiccati in distillazione a vapore. Questi prodotti devono essere sempre protetti dalla luce e dall’umidità e non dovrebbero essere utilizzati dopo tre anni di conservazione. Non c’è modo di trovare o produrre un estratto di calendula puro al 100%.

L’olio di calendula viene estratto facendo un olio dai fiori. Una volta essiccato correttamente e collocato in un olio vettore di alta qualità come l’olio extravergine di oliva o l’olio di girasole, di solito impiega circa un mese affinché la calendula infonda completamente nell’olio vettore, producendo un prodotto finale bello e ricco di colore.

Storia e origini

La calendula (Calendula officinalis) è una pianta erbacea, appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Questa pianta annuale, fiorente, cresce naturalmente in Europa occidentale, Asia sudorientale e nel Mediterraneo.

È una pianta comune nei giardini di casa in tutto il mondo e fiorisce e cresce facilmente ovunque sia piantata, ed è altrettanto facilmente coltivabile per essere trasformata in olio, tè e altro ancora. I petali giallo-arancio dei fiori sono usati in medicina. I fiori da giallo vivo a arancio intenso emanano un leggero aroma di miele e sono commestibili. I petali sono spesso usati nelle insalate o come decorazione per i piatti. Questi petali contengono alti livelli di antiossidanti sotto forma di carotenoidi e flavonoidi. La calendula contiene sia luteina che beta-carotene, che il corpo assorbe e converte in vitamina A.

Questa erba è stata utilizzata in medicina almeno dal 12 ° secolo. Originariamente era chiamata calendula dai romani, poiché la pianta fioriva il primo giorno di ogni mese (calende). Era un simbolo di felicità nei giardini romani e forniva anche un continuo rifornimento di fiori e foglie tenere – quindi veniva usata regolarmente per cucinare. I fiori sono considerati sacri in India, dove sono usati per adornare le statue delle divinità, venivano usati nelle cerimonie religiose nelle antiche civiltà azteche e maya. Inoltre sono ancora utilizzati durante le processioni nel Giorno dei Morti in Messico. I tedeschi la utilizzano in zuppe e stufati, ed è spesso usata al posto dello zafferano.

Avvertenze sulla calendula

Non usare la calendula se si è allergici alle piante della famiglia delle Asteraceae / Compositae. Altre piante della stessa famiglia sono:

  • l’ambrosia,
  • la camomilla,
  • l’echinacea.

È sconsigliabile alle donne in gravidanza in quanto può potenzialmente causare un aborto poiché provoca le mestruazioni. La calendula può eventualmente interagire negativamente con i sedativi grazie alle sue capacità di rilassamento muscolare, così come i farmaci per il diabete e la pressione sanguigna.

Considerazioni finali su Calendula

La calendula ha un effetto curativo molto potente sia internamente che esternamente. I colori brillanti e meravigliosi del fiore di calendula provengono dai potenti flavonoidi. È un ottimo rimedio naturale che ha pochissimi effetti collaterali. I potenti antiossidanti all’interno del piccolo fiore giallo sono la chiave per aiutare a ridurre e placare molti problemi di natura infiammatoria. Questa meravigliosa e delicata erba può essere miscelata in molti prodotti omeopatici e naturali, dai tè alle creme. Inoltre, ha dimostrato di possedere capacità anti-infiammatorie; calma gli spasmi muscolari; guarisce ulcere, ferite ed emorroidi.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.