Benessere

Chiropratica, cosa ne pensa la scienza

trattamento chiropratico schiena

Dolori articolari, ossei, fitte alla schiena e forti mal di testa, possono essere curati anche attraverso sedute che prevedono trattamenti chiropratici. Guarire in maniera naturale, grazie a manipolazioni effettuate in punti precisi del tuo corpo, è possibile e se mai hai pensato di investire un po’ del tuo tempo per recarti dal chiropratico è forse giunto il momento di farlo.

Si può guarire senza farmaci, seguendo una terapia chiropratica in grado di generare sollievo non solo al problema per il quale si svolge il trattamento, ma anche all’intero corpo umano, sia alle ossa che ai vari apparati. I benefici della chiropratica riguardano principalmente le articolazioni, le ossa, la schiena, la testa, la regolarità intestinale e digestiva, i dolori reumatici e di artrosi, la respirazione, le funzioni cardiovascolari, mal di denti o alle orecchie. I trattamenti chiropratici sanno quindi interessare e coinvolgere a 360 gradi l’intero organismo, aiutando le funzioni corporee, alleviando i dolori e agendo direttamente sulle cause.

Infatti per capire cosa fa il chiropratico è bene comprendere come la chiropratica è una disciplina in grado di risolvere gli squilibri che si creano nel corpo e più precisamente nei sistemi neurologico, muscolare e scheletrico, mediante l’azione positiva sulle sindromi del dolore, con l’interesse verso gli effetti neurofisiologici. In buona sostanza, lo scopo del chiropratico è quello di riportare l’equilibrio dell’apparato muscolo-scheletrico, agendo anche sul sistema nervoso.

Il pensiero comune su trattamenti chiropratici

Molte persone non hanno le idee chiare in merito alla disciplina e nemmeno sanno la chiropratica cosa cura, essendoci molta disinformazione in materia, al punto che spesso viene dato poco peso alla professione. Oggi però, vi sono percorsi formativi che portano il chiropratico ad assumere una conoscenza di livello non solo in campo anatomico e dello specifico trattamento, ma anche a livello nutrizionale. Chi si è sottoposto alle sedute ha percepito benefici all’intero organismo manifestando positività negli effetti dopo il trattamento chiropratico e riscontrando una migliore funzionalità corporea generale.

Una funzione della chiropratica è quella di prevenire gli infortuni prevenendo di fatto il dolore. Un esempio aiuta a rendere meglio il concetto: se una persona cammina male, vi sarà una parte del corpo che svolgerà uno sforzo maggiore, si affaticherà di più e sarà maggiormente sollecitata rispetto all’altra e quindi più soggetta a usura e infortuni. Il chiropratico, agendo in determinanti punti, è in grado di ripristinare l’equilibrio migliorando di fatto la postura e ricaricando in maniera equa gli organi e le articolazioni coinvolte. Questo aggiustamento chiropratico è dunque in grado di riposizionare il corpo nel modo corretto, portando all’autoguarigione (ad esempio: sollecitando meno l’articolazione più infiammata, col tempo si disinfiamma da sola). Si dice che la cura chiropratica è in grado di agire sull’intero corpo umano, migliorando non solo la postura, ma anche le funzioni cognitive e corporee in generale (intestinali, digestive, fisiche).

Le linee guida della professione chiropratica

La principale linea guida della chiropratica è la colonna vertebrale. Le attenzioni del professionista vertono sulla spina dorsale e sul suo allineamento. E’ questa che consente al corpo di sorreggersi  ed è utile che possa avere la corretta lordosi, evitando eventuali curvature accentuate o compressioni. Le regolazioni del chiropratico hanno, nella maggior parte dei casi, la funzione di riallineare la colonna vertebrale.

Altra linea guida che spingono all’azione i chiropratici riguarda i nervi. Un classico esempio riguarda le difficoltà di udito o un tipico dolore alle dita o al braccio: se i nervi sono compressi impediscono di sentire correttamente e di avere la perfetta sensibilità alle mani. Anche se il problema è la “mancata sensibilità alle dita”, le manipolazioni del chiropratico non saranno alle mani, ma piuttosto nella zona in cui vi è la compressione dei nervi (ad esempio potrebbe essere una protrusione cervicale con compressione nervosa la causa del formicolio alle dita).

Appositi macchinari e tecniche applicative agiscono per distendere e allungare la colonna vertebrale, ripristinando le corrette distanze tra i dischi e le vertebre stesse. Ma vi sono altre tecniche di base, come massaggi eseguiti per agire sui tessuti profondi, l’agopuntura e esercizi fisioterapici.

I benefici della chiropratica

Per capire se la chiropratica funziona davvero è utile vagliare alcuni vantaggi che le opinioni sulla materia hanno portato alla ribalta in diversi campi. Ecco 10 benefici della chiropratica.

  • Migliorare la postura: la vita di oggi impone ritmi serrati e posizioni particolari che non sempre risultano compatibili con la normale curvatura della colonna vertebrale. Basta pensare al tempo in cui si sta seduti (magari nemmeno su sedie ergonomiche), al modo in cui ci si accomoda sul divano per guardare la televisione o a come ci si siede sul sedile dell’auto. I vantaggi della chiropratica sono orientati anche a generare un miglioramento posturale completo. La tendenza delle persone è quella di stare in posizioni che generano tensioni dolorose al collo, alla schiena e alle spalle, che la seduta dal chiropratico tende poi a risolvere agendo su punti precisi.
  • Curare il mal di testa: spesso ci si chiede come curare il mal di testa con metodi naturali e i trattamenti chiropratici vengono in aiuto, poichè sanno generare benefici al collo e ai dolori che interessano il capo. Curare il mal di testa con la chiropratica è una delle specialità del settore e risulta essere una pratica di successo, in quanto il problema viene trattato alla radice scovandone le cause, spesso posturali.
  • Prevenire infortuni e dolori: il chiropratico agisce orientando la tecnica esecutiva al riallineamento della colonna vertebrale. Il suo approccio è a 360 gradi e capace di vedere il corpo umano come una grande macchina in cui tutto è collegato. E’ passato alla storia il caso di un giocatore di calcio professionista che è stato scartato da un grande club italiano in seguito alle visite mediche durante le quali era stata riscontrata una errata conformazione delle arcate dentali, principale causa dei tanti infortuni muscolo-articolari che avevano attanagliato il giocatore. Questo per dire che un riallineamento della spina dorsale e soprattutto un intervento finalizzato a ripristinare il corretto equilibrio corporeo, sono situazioni che innescano un volano favorevole all’organismo e al corpo umano, agendo in ottica preventiva di dolori e infortuni. Se ti stai chiedendo come prevenire gli infortuni anche in ambito sportivo, il chiropratico può essere la giusta risposta.
  • Curare dolore alla schiena e al collo: il dolore sciatico è uno dei problemi più diffusi e i trattamenti chiropratici sanno agire nel migliore dei modi non solo per alleviare il fastidio, ma per trovare una risoluzione definitiva. Il chiropratico fornisce al paziente le indicazioni più corrette per evitare ulteriori patologie, limitando al massimo gli effetti collaterali negativi della chiropratica. Questa disciplina agisce contro i dolori cronici alla schiena, compresa la zona lombare. Anche il collo è una parte sottoposta a stress fisico e i trattamenti chiropratici risultano efficaci per allontanare il dolore.
  • Migliorare il benessere generale: le funzioni generali del metabolismo e dell’intero organismo si riscoprono migliori dopo un ciclo di manipolazioni chiropratiche. Gli aggiustamenti chiropratici hanno contribuito in modo tangibile e concreto a mitigare i dolori dovute alle coliche infantili, stando a quanto riportato da articoli scientifici e testimonianze raccolte in questi anni da parte di coloro i quali si sono recati presso i centri di chiropratica. Gli stessi buoni effetti, sempre sui bambini, sono stati riscontrati per risolvere il mal d’orecchi. In sostanza il chiropratico agisce sulle vertebre che comprimono i nervi che causano dolore, dando sollievo. Anche le funzioni gastro-intestinali ne trovano beneficio.
  • Vivere meglio la gravidanza: con la gravidanza la donna vive una situazione particolare in cui riscontra squilibri dovuto al peso del bambino in grembo. Dolori e spasmi possono interessare la muscolatura ma anche le articolazioni, dato che la zona del bacino viene sottoposta a carichi notevoli a cui non è mai stata abituata. Il trattamento chiropratico un gravidanza mira a favorire un miglior bilanciamento e una miglior postura da tenere al fine di alleviare l’eventuale schiacciamento dell’utero. Anche il piccolo trova giovamento, preparandosi meglio per la fase della nascita. Le opinioni sulla chiropratica in gravidanza sono positive in almeno il 70% dei casi.
  • Migliorare le funzioni neurologiche: riposizionando correttamente la colonna vertebrale, soprattutto nella parte cervicale, si “liberano” i nervi da compressioni. Questo comporta un incremento del flusso sanguigno e anche del fluido spinale cerebrale facendo in modo che le funzioni neurologiche siano più sviluppate e naturali. La sublussazione vertebrale viene risolta dal chiropratico, innescando un processo positivo e benefico anche nel sistema neurologico. Tra i vantaggi della chiropratica, questo è uno tra i più curiosi e completi.
  • Migliorare la pressione sanguigna: sono almeno un terzo le persone che soffrono di problemi alla pressione e l’assunzione di farmaci è spesso indicata per mantenere i valori all’interno dei parametri raccomandati. La chiropratica è in grado di controllare la pressione sanguigna, riducendola quando questa risulta troppo elevata, Il beneficio è ottenibile grazie alla chiropratica applicata alla zona cervicale, come è dimostrato in diversi trattati in materia (G. Bakris 2007).
  • Migliorare il sistema immunitario: è possibile ottenere dei miglioramenti del sistema immunitario grazie alla chiropratica poichè il professionista è capace di cogliere i collegamenti tra il sistema nervoso e quello immunitario stesso e, di conseguenza, trattare con attenzione le parti interessate. La chiropratica ha la facoltà di ripristinare la capacità che il corpo umano ha di “aggiustarsi” autonomamente, fornendo quindi stimoli nuovi all’apparato immunitario.
  • Migliorare la respirazione: l’implementazione della chiropratica dà come risultato finale, sintesi di tanti vantaggi dei trattamenti, un miglioramento della respirazione, beneficio che favorisce anche chi soffre di asma o di allergie.

Conclusione

I trattamenti chiropratici sono finalizzati a ottenere un perfetto riallineamento della colonna vertebrale, nella convinzione di ridare al corpo umano un rinnovato equilibrio. I benefici della chiropratica riescono a coinvolgere tutto il corpo, sotto l’aspetto scheletrico, muscolare e neurologico, in quanto il chiropratico sa intervenire anche sui nervi.

Sono molti gli sportivi, ad esempio, che si affidano a tale pratica per poter migliorare le proprie prestazioni atletiche, recuperare da infortuni e prevenirli attraverso apposite sedute che hanno il compito di riportare nelle giuste posizioni le vertebre e l’intera spina dorsale.

Avere una postura corretta è possibile rivolgendosi al chiropratico, il quale è anche in grado di consigliare metodi per poter migliorare pure questo aspetto.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.