Cibi e natura

Digiuno a giorni alterni: pro e contro

digiuno intermittente

Ci sono molti tipi di digiuno e il digiuno a giorni alterni è diventato famoso, negli ultimi anni, per la sua efficacia nella perdita di peso.

Ma i ricercatori stanno ancora valutandone i benefici. Uno studio ha rilevato che il digiuno a giorni alterni non sarebbe più efficace nell’aiutare le persone a perdere peso rispetto ad una semplice limitazione delle calorie.

Lo studio ha seguito 100 adulti obesi metabolicamente sani di età compresa tra i 18 e i 64 anni. Sono stati divisi in tre gruppi: un gruppo seguiva il digiuno a giorni alterni e ha assunto solo il 25% delle calorie necessarie; il secondo gruppo, a regime calorico ridotto, ne ha assunto il 75%; l’altro, ha continuato a vivere normalmente.

Alla fine, i risultati del primo e del secondo gruppo sono risultati essere abbastanza simili; il digiuno a giorni alterni, dunque, non ha fornito benefici particolari per la perdita di peso e per il suo mantenimento.

Che cos’è il digiuno a giorni alterni?

Come suggerisce il nome, l’idea è quella di limitare drasticamente il numero di calorie che si assumono nei giorni di digiuno per poi mangiare quel che si vuole negli altri.

Nei giorni di digiuno si mangia comunque, ma poco. La quantità raccomandata è di circa il 25 % del totale fabbisogno calorico.

Digiuno a giorni alterni e digiuno limitato

Tecnicamente, il digiuno giorno a giorni alterni è solo un tipo di digiuno intermittente. Il tipo più popolare tra questi è il consumo limitato nel tempo. Quando si segue questo secondo tipo di digiuno, ci si limita a mangiare in un determinato intervallo orario e a digiunare nel resto del tempo.

Il consumo limitato nel tempo sembra influenzare i livelli ormonali che regolano il nostro metabolismo, la glicemia e il consumo di grassi – ed è spesso combinato ad una dieta chetogenica al fine di ottenere una significativa perdita di peso. Il nostro organismo, infatti, funziona meglio se assume cibo ad orari prestabiliti.

Attuando un consumo limitato, il nostro corpo si adatta a questo ritmo biologico: i risultati sono una maggiore quantità di grassi bruciati, bassi livelli di infiammazione e livelli di zucchero nel sangue più stabili.

Ovviamente, questo digiuno deve essere integrato ad una dieta sana. Cibi integrali, proteine ​​di qualità, grassi sani, frutta e verdura aiuteranno sempre il tuo corpo a dare il meglio, a prescindere dal programma alimentare.

Per alcune persone, tuttavia, il digiuno a giorni alterni potrebbe essere l’opzione migliore. Diamo un’occhiata a ciò che lo rende efficace.

Digiuno a giorni alterni: pro e contro

Pro:

1. Il digiuno a giorni alterni aiuta con la perdita di peso. Se questo è l’obiettivo, non si può dire che questo metodo non sia efficace.

Anche se diversi studi hanno rilevato che mentre non vi è alcuna sostanziale differenza tra la riduzione delle calorie e il digiuno a giorni alterni, il primo sembra lavorare meglio quando si tratta di ridurre la massa grassa. Può essere particolarmente utile per le persone affette da obesità.

2. Può aiutare a prevenire le malattie croniche. Uno studio ha rivelato che può essere una potente arma nella prevenzione contro il diabete, le malattie cardiovascolari e il cancro.

3. Il digiuno a giorni alterni è più facile da seguire. Ammettiamolo: la dieta è dura. Contare le calorie, capire cosa è permesso mangiare, destreggiarsi tra impegni sociali e un programma alimentare ipocalorico – abbastanza per farti gettare la spugna. Per alcune persone, questa è la bellezza di questo digiuno. La semplicità: mangiare al minimo nei giorni di digiuno e qualunque cosa si voglia nei giorni di non digiuno.

Contro

1. Può essere difficile mantenere questo regime per un lungo periodo di tempo. In uno studio si è osservato che coloro che seguono il digiuno a giorni alterni tendono a mangiare più delle calorie raccomandate nei giorni di non digiuno.

2. L’esercizio fisico è importante e i giorni di digiuno possono portare ad essere stanchi e affamati.

Precauzioni

È importante parlare, prima di iniziare, col proprio medico, specie se si fa uso di medicinali.

Potrebbe anche essere utile trovare un menù per i giorni di non digiuno per aiutarsi a rimanere in linea col tuo fabbisogno calorico senza esagerare.

Qualora nei giorni di digiuno si dovesse avere troppa fame è meglio fare un piccolo pasto. È importante adattarsi a questo nuovo regime alimentare senza stressarsi troppo.

Considerazioni finali

  • Un studio ha dimostrato che il digiuno a giorni alterni non è più efficace della semplice limitazione delle calorie nella perdita di ppeso.
  • È un tipo di digiuno intermittente.
  • Mentre il consumo limitato nel tempo limita i pasti in un intervallo di tempo della giornata, col digiuno a giorni alterni si limita severamente il numero di calorie assunte nei giorni di digiuno.
  • È essere un ottimo modo per iniziare a perdere peso, ma può essere difficile da mantenere a lungo termine.
  • Rivolgiti al medico prima di iniziare.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.

Ti piacciono i rimedi naturali?

Inserisci la tua mail per avere importanti informazioni sulla salute psico-fisica e i rimedi naturali. Non inviamo pubblicità!

Complimenti! Invio effettuato.