Cibi e natura

Fieno Greco, ecco 8 benefici per il corpo

semi di fieno greco

Mai sentito parlare del fieno greco? Non ti preoccupare – non sei l’unico – ma questo non significa che tu debba continuare ad essere all’oscuro di questa erba medicinale. In effetti, è consigliabile utilizzarlo regolarmente. Perché? Perché il fieno greco apporta alcuni incredibili benefici alla salute che potrebbero favorire il tuo benessere e cambiare la tua vita in meglio. Come? Tutto inizia con l’infiammazione. Come dimostrato da recenti ricerche, il fieno greco aiuta a ridurre le infiammazioni sia degli organi interni che della pelle, potenzia la prestazione sessuale e la funzione riproduttiva ed infine, favorisce il flusso del latte materno!

E questa è solo la punta dell’iceberg quando si parla di questa importante erba.

Cos’è il fieno greco

Il fieno greco è un’erba annuale che presenta foglie verde chiaro e piccoli fiori bianchi. È della famiglia dei piselli (Fabaceae) e nota anche come Trigonella foenum-graecum. La pianta del fieno greco cresce fino a 60-90 cm di altezza e i baccelli contengono da 10 a 20 semi che si presentano piccoli, appiattiti, di colore giallo-marrone, pungenti al tatto e dal gusto aromatico.

I semi di fieno greco hanno un sapore acre, simile al sedano, allo sciroppo d’acero o allo zucchero bruciato, e sono spesso utilizzati per produrre medicinali. Tuttavia, il fieno greco ha un sapore molto più piacevole da crudo rispetto a quando venga sottoposto a cottura. I semi di “graecum”, che di solito sono essiccati e macinati, sono la parte più utilizzata di questa pianta. Le foglie sono spesso utilizzate anche in cucina.

Quest’erba può essere assunta per via orale o usata per formare una pasta che può essere applicata sulla pelle per aiutare a guarirne le infiammazioni. Nell’industria cosmetica, gli estratti di fieno greco possono essere ritrovati in saponi e cosmetici.

L’estratto di fieno greco e l’olio di fieno greco sono noti per possedere attività antimicrobiche, antiossidanti, antidiabetiche e antitumorigene. Coltivato in Nord Africa, Medio Oriente, Egitto e India, ha una lunga storia come ingrediente della medicina tradizionale. Questo agisce come una gomma e un emulsionante, rendendolo utile come stabilizzatore e agente addensante per il cibo. È anche usato come spezia e/o aromatizzante nella preparazione dei cibi.

Valori nutritivi del fieno greco

Una porzione – equivalente a 1 cucchiaio da tavola – di semi di fieno greco contiene:

  • 35,5 calorie
  • 6,4 grammi di carboidrati
  • 2,5 grammi di proteine
  • 0,7 grammi di grasso
  • 2,7 grammi di fibra
  • ferro per 3,7 milligrammi
  • 0,1 milligrammo di manganese
  • rame per 0,1 milligrammi
  • 21 milligrammi di magnesio
  • fosforo 32.6 milligrammi
  • vitamina B6 da 0,1 milligrammi

Gli 8 Benefici e gli usi del fieno greco

Mentre è ancora necessaria una maggiore ricerca in termini di identificazione e conferma di tutti i suoi benefici, il fieno greco è attualmente indicato per alleviare numerosi problemi di salute. Di seguito vengono presentati gli otto principali benefici del fieno greco maggiormente accreditati e riconosciuti dagli utilizzatori e in parte dalla comunità scientifica.

Migliora i problemi digestivi e i livelli di colesterolo

Il fieno greco può aiutare in corso di numerosi problemi digestivi quali mal di stomaco, stitichezza e infiammazione della mucosa gastrica. Ad esempio, la fibra solubile in acqua del fieno greco, tra gli altri alimenti, aiuta ad alleviare la stitichezza. Funziona anche per trattare la digestione ed è spesso inclusa nei programmi di trattamento dietetico della colite ulcerosa grazie ai suoi effetti anti-infiammatori.

Sembra che il fieno greco sia di beneficio anche per coloro che soffrano di disturbi cardiaci, quali l’indurimento delle arterie ed elevati livelli ematici di determinati grassi, tra cui compaiono il colesterolo e i trigliceridi.

Questa pianta apporta potenziali benefeci  anche ai pazienti diabetici. Infatti, uno studio indiano ha dimostrato che somministrare 2,5 grammi di fieno greco due volte al giorno per tre mesi in pazienti affetti da diabete mellito non insulino-dipendente ha abbassato significativamente il colesterolo in modo naturale, insieme ai trigliceridi, senza influenzare il colesterolo HDL e senza aumentare i livelli sierici di zucchero – anzi, abbassandoli.

Riduce l’infiammazione all’interno del corpo

Il fieno greco allevia molte infiammazioni a carico degli organi interni del corpo, come ad esempio:

  • Ulcere della bocca
  • Bolle
  • Bronchite
  • Infezione dei tessuti sotto la superficie della pelle
  • Tubercolosi
  • Tosse cronica
  • Cancro
  • Disturbi renali

Secondo il dott. Richard Palmquist, capo dei servizi sanitari integrativi presso il Centinela Animal Hospital di Inglewood, in California, le proprietà medicinali del fieno greco sono state scoperte migliaia di anni fa dai professionisti della medicina ayurvedica. Utilizzato per abbassare la glicemia, il professore riferisce che è utile per molte altre cose, compresa la gestione dei disturbi metabolici e nutritivi (tra cui ovviamente spicca il diabete).

Il fieno greco sembra abbia la capacità di rallentare l’assorbimento degli zuccheri nello stomaco e di stimolare la produzione di insulina. Nella medicina tradizionale cinese questa spezia è conosciuta come per essere capace di “sbloccare le energie bloccate” e mitigare l’intero processo infiammatorio di tutto il corpo.

Una ricerca pubblicata su International Immunopharmacology ha studiato l’azione antinfiammatoria e antiossidante della mucillagine del fieno greco su ratti artritici e ha confermato il potere del fieno greco nel contrastare l’infiammazione. Questo studio ha anche dimostrato il potenziale effetto benefico della mucillagine del fieno sull’artrite indotta nei ratti, il che significa che il fieno greco può essere un efficace trattamento naturale per l’artrite.

Aumento della libido negli uomini

Alcuni degli usi del fieno greco in pazienti di sesso maschile includono il trattamento di ernie, disfunzione erettile e altri problemi come la calvizie. Questo perché le sostanze che questa pianta contiene possono aumentare i livelli di testosterone e conseguentemente di eccitazione sessuale.

Ovviamente è sempre meglio consultare un medico prima di usare terapie naturali per curare malattie o migliorare le prestazioni sessuali, anche se innegabile che gli integratori prodotti dal fieno greco abbiano dimostrato di aumentare il desiderio e le prestazioni sessuali negli uomini, oltre che fornire un rimedio naturale all’impotenza.

In uno studio pubblicato su Phytotherapy Research, 60 uomini di età compresa tra 25 e 52 anni e senza storia di disfunzione erettile hanno assunto un placebo o un’integrazione di 600 milligrammi di estratto di fieno greco al giorno per sei settimane. Attraverso l’autovalutazione, i partecipanti hanno riferito i loro risultati, riportando che l’integratore alimentare di fieno greco ha avuto un effetto positivo sulla loro libido. In definitiva, lo studio ha scoperto che l’estratto di fieno greco ha avuto un’influenza significativa sull’eccitazione sessuale, l’energia e la resistenza rispetto al gruppo di confronto trattato con placebo, e ha inoltre aiutato i partecipanti a mantenere normali i livelli di testosterone.

Promuove il flusso del latte nell’allattamento al seno

Il fieno greco aiuta anche le donne che allattano al seno e che presentano una basso livello di produzione di latte. Questa pianta stimola i condotti del latte e può aumentare la produzione di latte in appena 24 ore.

Mentre sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l’efficacia e la sicurezza del fieno greco sull’allattamento al seno, diversi studi ne sottolineano l’uso proficuo nel promuovere il flusso del latte al seno.

Abbassa l’infiammazione della pelle

Oltre a ridurre l’infiammazione degli organi interni, il fieno greco è a volte riscaldato e utilizzato esternamente come impiastro. Questo riduce l’infiammazione della pelle e può trattare:

  • Dolore e gonfiore nei muscoli e nei linfonodi
  • Gotta
  • Ferite varie
  • Ulcere alle gambe
  • Sciatica
  • Forfora
  • Eczema

Comunque, è importante testare prima l’area per assicurarsi che non bruci o influisca ulteriormente sul peggioramento delle condizioni.

Aggiunge sapore al cibo

Nelle pietanze, il fieno greco è spesso incluso come ingrediente all’interno di piatti che contengono spezie miscelate tra loro, per lo più si può trovare in piatti della cucina indiana, come i piatti al curry. È anche usato come agente aromatizzante nello sciroppo d’acero, all’interno di molti alimenti, bevande e anche nel tabacco. Le foglie della pianta possono essere utilizzate nelle insalate e nella cucina indiana si usano sia le foglie fresche che quelle essiccate.

Aiuta nei disturbi da carenza d’appetito

Oltre ad esaltare il sapore dei cibi, il fieno greco possiede proprietà in grado di aumentare l’appetito. Uno studio pubblicato ha indagato gli effetti dell’estratto di semi di fieno greco sul comportamento alimentare. Gli esperimenti sono stati eseguiti per indagare il consumo di cibo e i livelli di appetito, così come i cambiamenti metabolici-endocrini dei soggetti coinvolti.

I risultati hanno mostrato come la somministrazione orale continuata dell’estratto di fieno greco abbia aumentato significativamente l’assunzione di cibo e l’appetito. Il rapporto indicava, tuttavia, che il trattamento non previene l’anoressia né la diminuzione dell’appetito.

In caso di anoressia nervosa, il Centro medico dell’Università del Maryland consiglia di assumere da 250 a 500 mg di fieno greco fino a tre volte al giorno, ma il medesimo trattamento potrebbe non essere sicuro per i bambini o per specifici soggetti non predisposti – quindi, come per qualsiasi altro farmaco o trattamento naturale, è necessario consultare prima il medico.

Migliora le prestazioni atletico/sportive

Il Journal of Sports Science and Medicine riporta uno studio riguardante gli effetti della somministrazione combinata di creatina e fieno greco sulla forza e la struttura fisica degli uomini. Quarantasette uomini allenati alla resistenza sono stati divisi in due gruppi in base al peso corporeo. Ciascun gruppo ha poi assunto 70 grammi di un placebo, 5 grammi di creatina e 70 grammi di destrosio, oppure 3,5 grammi di creatina e 900 milligrammi di estratto di fieno greco e ha partecipato a un programma di allenamento di resistenza periodico di quattro giorni a settimana per otto settimane.

Sono stati rilevati composizione corporea, resistenza muscolare e capacità anaerobica dei partecipanti. Il gruppo creatina/fieno ha mostrato aumenti significativi della massa magra della pancia e della forza delle gambe. Lo studio ha concluso che la creatina combinata con l’associazione di estratti di fieno greco ha prodotto un impatto significativo sulla forza della parte superiore del corpo e sulla composizione corporea con risultati efficaci quanto la combinazione di creatina con destrosio.

Perché questo risultato è positivo? L’uso di fieno greco con l’associazione di creatina può essere un mezzo efficace per potenziare l’assorbimento della creatina riducendo quindi la necessità di quantità eccessive di carboidrati semplici, quindi si consiglia di considerare l’aggiunta di fieno greco all’elenco dei migliori alimenti per gli atleti.

Storia e origine del fieno greco

Il fieno greco ha una lunga storia, sia come erba culinaria che come erba medicinale nel mondo antico. Era una delle spezie usate dagli Egiziani per l’imbalsamazione, e Greci e Romani la usavano per il foraggio del bestiame, da cui l’origine latina della nomenclatura “foenum graecum”, che appunto significa “fieno greco”. Inoltre, il fieno greco è stato ampiamente coltivato nei giardini imperiali di Carlo Magno. Il primo uso registrato del fieno greco è descritto su un antico papiro egizio risalente al 1500 a.C.

Il fieno greco è originario dell’Europa meridionale, della regione mediterranea e dell’Asia occidentale. Viene coltivato dall’Europa occidentale alla Cina per i semi aromatici ed è ancora coltivato come foraggio in alcune parti dell’Europa e dell’Africa settentrionale.

Il seme di fieno greco è comunemente usato in cucina e, storicamente, è stato utilizzato per una varietà di condizioni di salute molto ampia, incluso il sollievo dai disturbi della menopausa e dei problemi digestivi. Era anche utilizzato per indurre il parto.

Effetti collaterali del fieno greco

Ci sono alcuni possibili effetti collaterali collegati all’uso del fieno greco. Se assunto per via orale, può causare gas, gonfiore e diarrea. Il fieno greco può anche causare irritazione se applicato direttamente sulla pelle, quindi testare sempre prima una piccola area.

Anche se il fieno greco è stato usato per indurre il parto, le donne dovrebbero sempre usare cautela quando assumono il fieno greco durante la gravidanza. Assicurati di parlare con il tuo medico di fiducia prima di assumere fieno greco.

È anche importante sottolineare che il fieno greco potrebbe causare effetti dannosi come la fluidificazione del sangue causando quindi sanguinamento eccessivo in alcune persone. Pazienti soggetti ad emorragie o che assumono farmaci fluidificanti del sangue o anticoagulanti non devono assumere il fieno greco senza la prescrizione del medico. Segni di sanguinamento eccessivo sono: lividi, sangue nel vomito o feci scure.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.