Salute e rimedi

Come rimediare ad una brutta grana della pelle

trama pelle viso

La primavera è la stagione in cui ci si risveglia, le giornate si allungano, la voglia di fare cresce e si esce molto di più. Questo vale anche per la nostra pelle, che se nei mesi invernali risente molto per il freddo, con la primavera è pronta ad una nuova fioritura. Ma cosa fare nel momento in cui ci si rende conto di avere una brutta grana della pelle? In questo articolo cercheremo di elencarvi tutti i migliori espedienti per rinnovare e migliorare la vostra grana della pelle!

A cosa è dovuta una brutta grana della pelle

Partiamo innanzitutto dalle cause: cos’è che ha un effetto negativo sulla grana della pelle?
Le cause di stress della pelle sono infinite, alcune vi sembreranno ovvie ma altre non saranno così banali come credete. Uno dei motivi principali (e anche più scontati) è legato alla propria tipologia di pelle: chi ha una pelle grassa, con tendenza acneica, ha quasi sempre (salvo qualche fortunata eccezione) una pelle con contorni irregolari e una grana piuttosto bruttina. Un motivo forse meno scontato è invece quello riguardante l’alimentazione: quante volte avete sentito dire che “siamo quello che mangiamo”? Mai come in questo caso è stato più vero: mangiare molti cibi confezionati, fritti o comunque nocivi al nostro corpo ha anche un effetto deleterio sulla nostra pelle. Mangiare molta frutta e verdure e bere molta acqua contribuisce alla luminosità e all’uniformità della pelle e anche alla sua idratazione, al contrario invece una cattiva alimentazione può portare alla comparsa di brufoli, ritenzione idrica e tanti altri inestetismi. Inoltre un vero e proprio toccasana è anche bere a prima mattina a digiuno un bicchiere d’acqua con mezzo limone spremuto dentro: il limone ha grandi proprietà purificanti sia per l’organismo ma anche per la pelle, la sua azione antibatterica partirà dall’interno per migliorare anche l’esterno. Altra causa, meno scontata, è il troppo sole. Prendere il sole infatti, per quanto possa essere piacevole, è dannoso per la pelle se non lo si fa nella maniera giusta. Abbronzarsi senza protezione può contribuire ad una brutta grana della pelle, favorisce infatti l’invecchiamento cutaneo e anche la comparsa di fastidiose macchie. Per evitare tutto ciò, senza però dover abbandonare il sole e il bel colorito che ci dona, bastano poche accortezze: usare sempre la protezione, non soltanto nella stagione estiva e al mare ma in tutte le stagioni e anche in città. L’ideale sarebbe utilizzare una crema idratante giornaliera con un fattore di protezione solare.
Aiuta a combattere la brutta grana della pelle anche lo sport: sudare infatti permette di eliminare tutte quelle tossine in eccesso presenti sulla nostra pelle, rendendola più pura e più bella.

Migliorare la grana della pelle step by step

Di seguito elenchiamo una lista di passi da intraprendere e prodotti da utilizzare di volta in volta per avere cura della propria pelle.

Step 1: detersione

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: il primo step per qualunque trattamento skincare è la detersione, che è fondamentale sia la mattina che la sera. La detersione permette di rimuovere tutte le sostanze nocive con cui siamo a contatti tutti i giorni che si appoggiano sulla nostra pelle e ne ostruiscono i pori.

Per farlo al meglio vi suggeriamo di utilizzare uno di questi strumenti elettrici che, seppur leggermente dispendiosi (nel caso delle marche note) hanno una resa incredibile se paragonate a un lavaggio classico con le mani.
Vedi su Amazon

Il prodotto che invece vi suggeriamo è caldamente consigliato anche da Amazon, il che significa che sulla base delle esperienze degli utenti si siano ottenuti pareri fortemente positivi.
Vedi su Amazon

Qualora non vogliate spendere troppi soldi per un dispositivo elettronico di alta fascia è invece suggerito utilizzare una spazzola detergente come quella che vi proponiamo di seguito.
Vedi su Amazon

Step 2: esfoliazione

La primavera è la stagione degli scrub: l’idea di dover indossare il costume (oltre a provocare il panico per la tanto attesa prova costume) e mostrare la pelle ci fa ricordare che magari durante l’inverno, complice la pigrizia, l’abbiamo un po’ trascurata. Per fortuna c’è tutto il tempo per rimediare, basterà uno scrub corpo una volta a settimana e la nostra pelle sarà pronta a prendere il sole ed abbronzarsi come si deve (sempre senza trascurare la protezione ai raggi UV).
Ma torniamo agli scrub viso, che hanno lo stesso potere di quelli per il corpo ma sono molto leggeri data la delicatezza della nostra pelle del viso. Esistono diversi scrub viso in commercio, personalmente preferisco variare perché lo trovo un ottimo modo per testare i vari prodotti e capire con quale mi trovo meglio. Il mio scrub viso preferito è quello con il miele e lo zucchero e qualche goccia di limone, semplice e veloce da preparare. Il miele ha inoltre un’azione emolliente, che lascia la pelle liscissima e il limone contribuisce ad eliminare le impurità con la sua forte azione antibatterica. Lo scrub viso, come lo scrub corpo, non dev’essere ripetuto molto frequentemente poiché si tratta pur sempre di un’esfoliazione. L’ideale sarebbe una volta a settimana per lo scrub corpo e una volta ogni due settimane per lo scrub viso.

Il prodotto più venduto per lo scrub viso e corpo, forse per l’ottimo rapporto qualità prezzo (ragion per cui vi suggeriamo di non lasciarvelo scappare) è questo de L’Orèal, sinonimo di garanzia e disponibile in diverse miscele.
Vedi su Amazon

Infine vi è uno scrub top di gamma per le pelli più esigenti che oltre alla funzione indicata ha anche un potente effetto rassodante.
Vedi su Amazon

Per accompagnare tutti questi prodotti e massimizzarne l’efficacia, ciò che abitualmente consiglio è di utilizzare un guanto esfoliante. Il risultato in questo caso è garantito e la spesa per acquistarne uno è minima, provate questo che vi suggerisco per credere!
Vedi su Amazon

Step 3: Peeling

Il peeling non è uno step per tutti: chi infatti ha una pelle molto delicata è preferibile non lo faccia perché potrebbe peggiorare la situazione e causare un grande rossore. Esistono molte creme ottime per il peeling, potete trovarlo di qualunque marca cosmetica. Altrimenti se volete affidarvi ad un’esperta, potete fare un peeling anche dall’estetista.
L’azione del peeling è un’azione esfoliante strong rispetto ad un semplice scrub, per questo è meno indicato per chi ha una pelle sensibile.

In questo caso, per non rischiare, è bene andare su prodotti di alta manifattura e selezione, specialmente quando si stia ipotizzando di fare un peeling viso.
Vedi su Amazon

Step 4: Le maschere

Le maschere sono un grande alleato detox per la bellezza e l’uniformità della nostra pelle. L’ideale sarebbe creare una beauty routine da seguire ogni settimana, così da abituare la pelle ad una pulizia costante e continua, considerando che è proprio la costanza a dare risultati concreti. Una beauty routine che si adatta alla maggior parte delle persone (si considerino esclusi tutti coloro che hanno specifici problemi alla pelle e che quindi devono andare da un dermatologo prima di prendere qualunque iniziativa) è fare una maschera all’argilla a settimana e un paio di giorni (alternati) una maschera idratante. Se non avete molto tempo a disposizione potrete anche fare un paio di maschere insieme utilizzando la tecnica del multimasking.

Come aiutare la pelle

Per ottenere anche un reale effetto visivo e pratico della cura, possiamo anche applicare delle creme al Burro di Karité ed Acido Ialuronico, per ottenere una maggiore elasticità della pelle e una maggiore morbidezza. Non solo questo, il prodotto che vi andiamo a consigliare avrà anche un effetto anti-age e andra a combattere le rughe. I prodotti sono 100% Naturali e riusciranno a rendere la pelle anche più luminosa.
Vi lasciamo qui l’offerta e vi consigliamo di prenderla al volo!
Vedi l'offerta

Come seguire una beauty routine se si ha poco tempo

Questa è una delle domande che sempre più persone si pongono ma tranquilli, c’è una soluzione anche per voi che volete sì curare la vostra pelle ma non avete abbastanza tempo per farlo. Se invece avete più tempo, potete procedere con la pratica dello skin gritting, utile per rimuovere più facilmente.
Se magari avete un solo giorno a settimana che potete dedicare alla cura del corpo e del viso, un modo per non trascurare nessuna esigenza sarebbe: fare prima una maschera all’argilla detox, che toglie tutte le impurità e permette alla pelle di liberarsi da tutto ciò che è sporco e non le appartiene. In secondo luogo, dopo aver risciacquato attentamente la maschera all’argilla, mettere un’altra maschera idratante, così da avere una pelle luminosa e ben distesa. In ultimo potrete passare un po’ di tonico con un dischetto di cotone e mettere la vostra crema idratante preferita. Come maschera idratante potete usare sia una maschera in tessuto sia una maschera in crema: entrambe potete acquistarle anche in un supermercato, della marca che preferite. Personalmente, trovo ottime le maschere della Nivea in crema e della Garnier in tessuto, le SkinActive Hydra Bomb, che rispecchiano fedelmente il nome idratando moltissimo la pelle del viso che risulta liscia e idratata subito dopo l’applicazione (e lo resta anche nei giorni successivi). Il prezzo di queste maschere è molto contenuto è dunque adatto a tutte le persone e a tutte le tasche soprattutto! Sono tutte maschere monouso, con una durata prestabilita: quelle in crema della Nivea andrebbero tenute dai 10 ai 15 minuti, mentre quelle in tessuto della Garnier SkinActive Hydra Bomb andrebbero tenute mezz’ora. I tempi sono sempre indicativi, questo perché se magari non avete altri impegni e siete pronte per una serata casalinga all’insegna delle coccole per la vostra pelle, potete tenerle quanto tempo volete e toglierle solo nel momento in cui vi rendete conto si siano asciugate.

Come accorgersi che ormai è ora di togliere la maschera

Per quanto riguarda le maschere in crema, queste ultime verranno proprio assorbite dalla vostra pelle, dopo un po’ ne resteranno solo poche tracce sul viso. Per le maschere in tessuto invece lo capirete toccando la maschera: all’inizio saranno bagnate, intrise di prodotto, ma tenderanno man mano ad asciugarsi sempre di più fino ad asciugarsi completamente. Quando, una volta toccata la maschera, questa non rilascerà più prodotto, potete toglierla.

Come scegliere le maschere ideali

Partendo dalle due già citate, le maschere Nivea in crema e quelle Hydra Bomb di Garnier sono di diversi tipi a seconda delle diverse tipologie di pelle. Di seguito le diverse varianti delle maschere Nivea, ogni bustina contiene due applicazioni:

  • Maschera idratante viso al miele e olio di mandorle: questa maschera è indicata per le pelli secche e sensibili, grazie ai suoi ingredienti riesce ad ammorbidirle e a renderle più luminose;
  • Maschera idratante rinfrescante: ideale per le pelli da normali a miste, dona idratazione e lucentezza;
  • Maschera anti-stress Pure&natural: indicata per tutti i tipi di pelle, arricchita con estratto di aloe vera;
  • Maschera Q10 plus: l’ideale per le pelli mature, è in grado di dare una pelle più radiosa e luminosa grazie alla creatina e al coenzima Q10 contenuti in essa;
  • Maschera Peel Off levigante: l’ideale per le pelli grasse.

Qui di seguito l’elenco delle diverse varianti per le maschere in tessuto della Garnier SkinActive Hydra Bomb:

  • Maschera SkinActive Hydra Bomb Rosa: con la sua formula all’estratto di camomilla, acido ialuronico e siero idratante è la più adatta per le pelle secche e sensibili data la sua azione idratante e lentitiva;
  • Maschera SkinActive Hydra Bomb Azzurra: con la sua formula all’estratto di melograno, acido ialuronico e siero idratante è la più adatta per le pelli da normali a miste, ha un forte potere idratante ed energizzante;
  • Maschera SkinActive Hydra Bomb Verde: con la sua formula all’estratto di tè verde, acido ialuronico e siero idratante è la più adatta per le pelli grasse perché ha un effetto matte ed è in grado di ridurre la produzione di sebo ed eventuali inestetismi.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.