Benessere

Lo scrub perfetto per migliorare la qualità della pelle

scrub naturale

Quante volte vi è capitato, specie nella stagione fredda, di sentire la pelle particolarmente ruvida, come mai prima?
Data la secchezza delle giornate e il freddo che l’inverno comporta, non c’è nulla di cui stupirsi. Quello che forse vi stupirà è che bastano pochi e semplici mosse per avere di nuovo una pelle liscia e vellutata, una vera e propria pelle di pesca!

Lo scrub, il miglior alleato della pelle

Lo scrub è un’esfoliazione superficiale dell’epidermide che rimuove delicatamente le cellule morte regalando nuovo vigore e luminosità alla pelle. È sufficiente fare uno scrub per il corpo una volta a settimana per avere sempre una pelle al top. È meglio non esagerare e limitarsi ad una sola volta alla settimana per non sovraffaticare la pelle, lo scrub è pur sempre un’esfoliazione e in quanto tale stressa sempre un po’ l’epidermide, che si trova “spogliata” del suo lato più esterno (addio cellule morte!).
Per quanto riguarda lo scrub viso invece andrebbe limitato ancora di più, visto che appunto la pelle del viso è di gran lunga più morbida della pelle del corpo e in quanto tale va tutelata maggiormente. Lo scrub viso infatti deve essere limitato ad un massimo di una volta ogni due settimane e dev’essere effettuato con elementi più dolci e con meno allergeni possibili.

Le origini

Questa pratica che sembra così moderna in realtà era già conosciuta in Grecia ed in Medio Oiente, si trattava di un rituale di purificazione da effettuare prima della preghiera: ci si strofinava il corpo con acqua e sabbia.

Lo scrub viso

Lo scrub viso più quotato è indubbiamente quello con miele, zucchero e un olio essenziale a scelta. La procedura è molto semplice bisogna utilizzare un cucchiaio di miele (preferibilmente miele biologico ma non necessariamente), due cucchiai di zucchero e due cucchiai di olio vegetale a scelta, quelli più usati sono l’olio di oliva, olio di mandorle e anche l’olio di lavanda. Una volta uniti tutti questi elementi bisognerà amalgamarli al meglio fino a creare una crema; dopo un’accurata detersione viso, bisognerà poi applicare lo scrub delicatamente sul viso con movimenti circolari. Delicatamente poi togliete lo scrub o con l’acqua oppure con l’aiuto di un panno in microfibra. Una volta tolto lo scrub potete applicare un tonico, con proprietà astringenti e infine, passaggio obbligatorio, la vostra crema idratante. Il tonico è un passaggio che potete anche saltare (anche se la sensazione di fresco del tonico è un vero toccasana) ma è assolutamente inderogabile il passaggio della crema. La pelle infatti dopo lo scrub ha assolutamente bisogno di essere idrata, visto l’esfoliazione subita.
Per uno scrub più elaborato (che richiede anche l’uso del frullatore) bisogna versare nel mixer i fiocchi d’avena e tritarli fino ad ottenere una farina dalla grana piuttosto sottile. I fiocchi d’avena sono più semplici da reperire al supermercato rispetto alla farina d’avena stessa. Unite ai fiocchi tritati il miele e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Se occorre, frullate i due ingredienti aggiungendo ancora un pochino di miele. Il consiglio è di utilizzare miele piuttosto liquido per la buona riuscita dello scrub. Massaggiate lo scrub sul viso con delicatezza e risciacquate. Se serve, aggiungete al composto un pochino d’acqua tiepida. Preparatelo in piccole quantità da utilizzare al momento, magari sia per il viso che per il corpo. Se avanza, potete conservare lo scrub in frigorifero, in un contenitore per alimenti, per un paio di giorni.
Un’altra ricetta per un ottimo scrub viso è lo scrub all’argilla e miele: gli ingredienti semplici da reperire sono 1 cucchiaio di argilla bianca (potete trovarla in qualunque erboristeria e/o anche online), 2 o 3 cucchiai di fiocchi d’avena o in alternativa la farina di riso, 1 cucchiaio di bicarbonato, 1 cucchiaino di miele e infine due gocce di olio essenziale a vostro piacimento (lavanda, gelsomino, mandorle, argan). Questi ingredienti devono essere versati in un mixer da cucina, ad eccezione del miele, per poi essere frullati fino ad ottenere una polvere molto fine. Aggiungete poi il miele e massaggiate delicatamente con movimenti circolari, per un paio di minuti. Infine potete risciacquare, mettere il tonico e la crema. Anche questo è uno scrub che può essere conservato a lungo, senza frigo, in un barattolo di vetro.
Un’altra ricetta molto utile e dall’odore fresco è quella dello scrub allo yogurt e limone: gli ingredienti, sempre di facile reperimento sono 1 cucchiaio di yogurt greco, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 1 cucchiaino di succo di limone. Per il procedimento mescolate gli ingredienti fino a farli diventare una crema unica e poi, una volta stesa sul viso, massaggiate delicatamente con movimenti circolari per alcuni minuti. Una volta tolto lo scrub, con l’acqua tiepida o con un panno in microfibra e poi applicate il tonico e infine la crema. Il limone ha ottime proprietà astringenti e disinfettanti, questo scrub è l’ideale per chi ha la pelle impura e cerca un rimedio naturale.

Scrub viso vegani

Anche per i vegani è possibile fare scrub; le possibili ricette sono diverse e di seguito ve ne elencheremo un paio, quelle più efficaci e profumate.
Lo scrub al caffè è uno dei più famosi, per farne uno bisogna aggiungere succo di quattro limoni ad alcuni fondi di caffè ancora umidi più un cucchiaio di amido di mais. Mescolate poi tutti gli ingredienti ed eliminate la parte liquida in eccesso con un colino. Aggiungete poi dello zucchero e qualche scorzetta di limone. Mescolate tutto e applicate sul viso massaggiando leggermente con movimento circolari. Può essere conservato per un paio di giorni in frigo ed è ottimo anche come scrub per il corpo.
Lo scrub in polvere all’argilla è semplice e veloce da preparare, basteranno 100 grammi di argilla bianca, 100 grammi di farina d’avena o di riso, 25 grammi di farina di mandorle o mandorle tritate finemente, 25 grammi di fiori di lavanda, camomilla, rosa o calendula essiccati e tritati, 10 grammi di semi di papavero 3-4 gocce di olio essenziale a scelta (lavanda, argan ecc). Questo scrub può essere conservato a lungo in un barattolo di vetro ben chiuso, essendo in polvere ha una durata maggiore rispetto agli altri fino ad ora citati. Per poterlo usare bisognerà prendere dal barattolo due cucchiaini alla volta, aggiungere qualche goccia d’acqua e poi massaggiarlo delicatamente sul viso con movimenti circolari.
Lo scrub alla menta è anche questo di facile preparazione, basteranno 100 grammi di zucchero, 30 grammi di olio di riso, 1 cucchiaio di malto di mais, 5 gocce di olio essenziale di menta, qualche goccia di un olio essenziale a scelta. Una volta messi tutti gli ingredienti in una ciotola mescolateli bene tutti, fino ad ottenere un composto omogeneo e spalmabile. Applicate sul viso lo scrub e massaggiate delicatamente con piccoli movimenti circolari. Potete anche conservarlo per qualche giorno per una seconda applicazione.
Lo scrub più semplice e veloce che ci sia è quello con due soli ingredienti: 2 cucchiaini di zucchero e 1 cucchiaino di succo di limone. Versate in una tazzina lo zucchero e il succo di limone fino ad ottenere un composto facilmente spalmabile sul viso, massaggiate delicatamente con movimenti circolari e risciacquate bene. Una volta asciugato il vostro viso sarà il momento del tonico (facoltativo) e della crema idratante (inderogabile). Lo scrub al limone è particolarmente indicato per chi ha una pelle problematica, con molte imperfezioni: il limone infatti è un disinfettante naturale con ottime proprietà astringenti, aiuterà quindi a calmare le imperfezioni e avrà un’azione astringente sui porti dilatati, un altro flagello delle pelli impure.

Scrub corpo

Lo scrub corpo può (e dovrebbe) essere effettuato una volta alla settimana, magari durante una doccia rigenerante. Ne esistono di diversi tipi, qui di seguito andremo ad elencare quelli più efficaci e di più semplice preparazione. Sono tutti scrub rigorosamente naturali e a bassissimo costo, poiché tutti gli ingredienti sono di facile reperimento e hanno un costo contenuto.

Lo scrub al caffè, di cui abbiamo parlato più in alto nel post, è uno dei più utilizzati: la caffeina è infatti un’ottima alleata nella lotta alla ritenzione idrica, che può essere combattuta anche dal massaggio linfodrenante. La caffeina è anche in grado di combattere e prevenire la formazione di vene varicose e agisce anche sugli accumuli di cellulite, favorendone l’assorbimento. In più ha anche una funzione antiossidante…chi l’ha detto che troppo caffè fa male? Magari berlo sì, ma usarlo nello scrub ha solo benefici!

Diversi tipi di scrub corpo

Esistono molti tipi di scrub, con una grande molteplicità di sapori per soddisfare ogni gusto (ma no, è meglio non mangiarlo!). Se avete dunque intenzione di coccolare il vostro corpo, ecco una serie di ricette per un ottimo scrub corpo.
Lo scrub al miele è semplice da preparare, gli ingredienti che occorrono sono 6 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaino di olio d’oliva, un po’ di succo di limone. Mescolate con energia tutti gli ingredienti, usando il succo di limone per amalgamare il tutto. Se non c’è il limone (o non vi piace l’odore) va bene anche l’arancia. L’arancia (come anche le fragole e i kiwi, sempre ottimi per uno scrub) è ricca di vitamina C, ha proprietà antiossidanti e detossinanti, ottime per la nostra pelle. Questo scrub è rigenerante, purificante e detox.
Per i più golosi ecco la ricetta dello scrub al cioccolato, 5 cucchiai di zucchero o di bicarbonato, 5 cucchiai di cacao in polvere, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci. Amalgamate il tutto fino ad ottenere una pasta granulosa ed applicare dopo la doccia. Massaggiare a lungo, lasciare in posa una decina di minuti e risciacquate poi con acqua tiepida.
L’ultima ricetta è per uno scrub ideale per preparare e rigenerare la pelle all’estate. Gli ingredienti, 1 cucchiaio di olio di cocco o burro di cocco, 1 vasetto di yogurt naturale, 6 cucchiai di zucchero o bicarbonato, 2 cucchiaini di cannella, 1 cucchiaino di miele. Amalgamate gli ingredienti e massaggiate sulla pelle umida delicatamente. Il profumo è delizioso e la vostra pelle sarà pulita, morbida e luminosa.

Quando e come fare lo scrub

I benefici dello scrub sono molteplici, per questo occorrerebbe farlo almeno una volta a settimana (e non di più, per non aggredire troppo la pelle) considerando appunto che lo scrub è a tutti gli effetti un’esfoliazione. L’esfoliazione è uno step fondamentale per preparare la pelle a diversi trattamenti, come la ceretta ad esempio. Se avete intenzione di fare la ceretta o se avete appuntamento dall’estetista, meglio concedersi uno scrub rilassante il giorno prima, in modo da avere un risultato migliore. Questo vale per qualunque tipo di depilazione voi andrete a fare, dalla lametta alla ceretta.
L’esfoliazione è un ottimo alleato anche contro i peli incarniti, con i movimenti circolari che sono necessari per lo scrub, fanno spesso fuoriuscire i peli incarniti (anche quelli più ostinati). Se durante il primo scrub non fuoriescono non insistete troppo ma pazientate una settimana e riprovateci, prima o poi li debellerete tutti.
Anche per l’abbronzatura duratura l’esfoliazione è indicata: sarebbe l’ideale, prima di partire per le vacanze, di preparare la pelle al sole con scrub regolari. In questo modo la vostra pelle sarà libera dalle cellule morte (che spengono il colorito e non permettono un’ottima abbronzatura).
Passiamo ora a come fare lo scrub viso: a prescindere dagli ingredienti che avete scelto, una volta ottenuta una crema da poter spalmare, iniziate a stenderla sul vostro viso con movimenti delicati e circolari. I movimenti devono essere delicati altrimenti l’esfoliazione è troppo forte (questo vale per tutti i tipi di pelle, non sono quelle sensibili) e devono essere circolari perché in questo modo non si insiste troppo su un’unica zona (cosa che può capitare involontariamente) e sicuramente passerete lo scrub su tutta la pelle. Una volta tolto lo scrub con l’acqua tiepida (non troppo calda, che potrebbe irritare la pelle e neanche troppo fredda) potete passare il tonico (passaggio facoltativo ma utile) e infine la crema idratante.
Le modalità per fare uno scrub corpo sono analoghe a quelle dello scrub viso, bisogna sempre fare movimenti delicati e circolari insistendo un po’ di più sulle giunture, dove la pelle è sempre più ruvida: insistete dunque nella zona delle ginocchia, sui gomiti e sui talloni. Passate poi la crema idratante su tutto il corpo.

L’idratazione della pelle

Nel post abbiamo più volte insistito sui passaggi successivi allo scrub, che sono altrettanto importanti per l’ottima resa del trattamento. Più di tutti abbiamo posto l’accento sull’idratazione, perché se il tonico può essere saltato, l’idratazione è fondamentale. Dato poi che lo scrub elimina tutte le cellule morte, i prodotti che vengono applicati dopo di esso (che siano creme o che siano oli) saranno assorbiti ancora meglio dalla pelle. Gli scrub sono ottimi anche per chi soffre di alcuni disturbi legati alla pelle come le smagliature (in questo caso preferite quelli con olio di mandorle, alleato nel prevenire le odiose smagliature), secchezza della pelle e la psoriasi; hanno anche effetti benefici sulle macchie della pelle.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.