Cibi e natura

Troppi caffè fanno realmente male? Pillole di Quarantena

Il caffè resta assolutamente d’obbligo, ma tra le mura domestiche cosa può comportare bere troppa caffeina? Sicuramente non vantaggi, nemmeno dal punto di vista produttivo. Abbiamo notato che, come tutti gli eccessi, il caffè non è molto salutare specialmente se poi si deve passare la giornata tra le mura di casa. In questo articolo analizzeremo questo fenomeno e troveremo un alternativa valida al solito caffè, purtroppo dobbiamo abituarci a limitarci.

Un assunzione eccessiva fa male?

Dopo ormai 40 giorni in casa, abbiamo notato un eccessivo nervosismo in noi, sarà per il fatto di non poter svolgere attività sportiva, o magari il problema di poter, giustamente, uscire solamente per necessità, ma anche la nostra produttività stava pagando un prezzo eccessivo. Abbiamo provato a cambiare la nostra routine, ma nulla. Così, abbiamo fatto una riflessione su la dovuta assunzione di caffeina, che in realtà, invece di, in qualche modo, aumentare la nostra produttività, la diminuiva.

Ma come mai? Sinceramente non sappiamo spiegarlo, ma diminuendo le dosi di caffè (da 2 a 4 al giorno), abbiamo notato che riuscivamo a lavorare meglio e con più serenità. Ma davvero riesce ad avere un impatto così significativo?

Cambia realmente il nostro umore?

Abbastanza, non solo il nostro corpo si rilassa, ma anche la nostra mente. In questo periodo non si può essere produttivi al 100%, per forza di cose, bisogna rallentare. Bisogna trovare una valida alternativa per evitare che il nostro corpo ed il nostro organismo sia sempre in tensione. Attenzione anche ad un abuso di sostanze troppo zuccherate, anche queste comportano un eccessiva tensione delle nostre giornate di quarantena.

Vediamo le alternative al caffè

Ne abbiamo lette e provate di ogni, ma alla fine abbiamo un solo vincitore, il Thé. Già, vince a mani basse, questa bevanda riesce a farci rilassare e scaricare le tensioni,  oltre ad avere diversi benefici dal punto di vista salutare. Sostituendo nelle ore pomeridiane il thè al caffè, riusciamo a lavorare meglio e più approfonditamente, sembrerà strano ma è cosi.

In questi giorni, specialmente se lavorate da casa, vi consigliamo di cambiare abbastanza spesso la vostra routine giornaliera, per evitare di trovarvi in flussi di lavoro eccessivamente pesanti e improduttivi.

Sull'autore

Paula

Mi chiamo Paula Calotti e sono nata a Rio De Janeiro, in Brasile. Mio padre è di Mantova, città in cui attualmente vivo, ma in me scorre sangue latino. Sono cresciuta con carne e capoeira, ho praticato tante altre arti marziali e giro per il mondo visitando fiere del fitness. Sono una personal trainer, ballerina di salsa nel tempo libero e fitness model per riviste di settore e brand d'abbigliamento sportivo. Ho aperto questo blog per raccontarvi della mia passione per la cura del corpo e della mente. La felicità parte proprio da qui.